comment 0

Se non vi piacciono le cose brutte

Raga’, RASSEGNATEVI: da quando possono “parlare” (esprimere opinioni, evocare immagini, farsi media) tutti quantj, le conversazioni pubbliche sono NECESSARIAMENTE più brutte, sguaiate, meno educate. Figuratevi le campagne elettorali, poi. Allo stesso tempo, però, magari sono più “vere”, post-truth e bufale incluse. Che ci sono sempre state e oggi si vedono e girano molto più velocemente.

Insomma, bisogna decidere, almeno filosoficamente, se il viaggio dell’umanità debba essere verso il vero o verso il bello. E questo è tutto tranne che un invito ad abolire il suffragio universale o i social network. Ma molto più semplicemente, a darsi una calmata. Anche nei confronti di chi proprio non se la può dare.

Insomma, se non vi piacciono le cose brutte, dite cose belle. Se non vi piacciono le cose false, dite cose vere. Se non vi piacciono le cose false e brutte, dite cose vere e belle.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...