comment 0

Il M5S serve la pizza… Al Pd

In realtà pensavamo fossero passati quei tempi in cui era facile tendere marchiani e basilari tranelli di comunicazione provocatoria al cosiddetto corpaccione del Pd, ormai ampiamente rappresentato da molti avventori utenti dei social network, più o meno seguiti e piaciuti e commentati. Parte di una community sulla rete molto affiatata, e in teoria svezzata dalla nuova svegliezza del Renzi.

Eppure è bastata a quei pur poco svegli -anzi: drammaticamente inastuti, soprattutto negli ultimi mesi- membri del pentumvirato grillino inscenare una pizzata sul lungomare di Napoli, sciantose pizzerie Sorbello e Rossopomodoro, lavorando per una sera da camerieri, “per autofinanziamento”, a suscitare reazioni di dileggio e risentimento sulle bacheche “piddine”.

“Noi lo abbiamo fatto per anni alle feste dell’Unità e non ce ne siamo mai vantati”, “Arroganti”, “Ridicoli”, “Populisti”. Sarà la nostalgia per i bei tempi andati, ma non dare tutto questo risalto, soprattutto negativo, a semplici azioni di propaganda -banale e innocua, seppur simpatica- come quella di ieri sera, non dovrebbe essere la base?
Non della pizza, eh.

Nicolò Scarano (@nicoloscarano)

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...