comment 0

Facebook, il vero e il falso

Fossi Mark Zuckerberg, non mi prenderei l’enorme responsabilità di definire il vero e il falso. Capisco la sua perplessità. Solo che, a quel punto, “liberalizzerei” anche l’algoritmo. Pura neutralità, pluralità random per tutte le bacheche del mondo.

Se avessi a cuore un ambiente virtuale sano, insomma, scoppierei le bolle in cui ho richiuso i miei utenti. Altrimenti, se non me ne fregasse nulla (che è probabile), andrei semplicemente per l’all-in e diventerei l’editore di gran lunga più potente della Terra.

Una strategia a metà sottopone solo a una progressiva decadenza. Per gli utenti di Facebook, e quindi per Facebook stesso.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...