comment 0

Le operette del falso buonsenso

Questi sono i punti da cui Galli Della Loggia pensa che il centro-destra cosiddetto “moderato” debba ripartire dopo Berlusconi: “Un certo senso dello Stato e dell’interesse pubblico, l’idea della Nazione come vincolo di solidarietà e scudo necessario nell’arena internazionale, e poi l’orizzonte della compostezza, del saper leggere e scrivere, del giocare pulito, e sopra e prima di tutto la necessità di essere liberi in modo non distruttivo.”

Dopo Berlusconi, eh. Dopo 20 anni di berlusconismo. Basati sul totale contrario di ciò che elenca il bacucco. La verità è che il bacucco -ripeto: un altro di quelli da mandare in pensione al più presto- si riferisce a una base popolare che ora vota per lo più Grillo. Perché è stanca, disillusa, distrutta da un berlusconismo che ha schiacciato tutto.

Poi ci son quelli che si sono fidati della democristianeria malcelata di QUESTO Pd, o dal liberalismo austero quanto stantio di Monti. Il PROBLEMA di questi EQUIDISTANTI PER PROFESSIONE, di codesti che han fatto del CERCHIOBOTTISMO una ragione di vita, è che fanno una fatica tremenda a vedere le anomalie, gli spostamenti, le radicalizzazioni, le polarizzazioni, gli snaturamenti di una società che si muove mille e più volte più veloce delle loro menti avvizzite dalla sicurezza di un editoriale (almeno) a settimana sul principale quotidiano della Repubblica delle Banane.

Queste operette del falso buonsenso ne sono la plastica dimostrazione scritta. Daje Galli, continua così.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...