comment 0

Dividersi non serve più a nulla

La sfida, ora, é un’altra, e siamo sempre di più a rendercene conto.

Il folle sogno di uno come Giuseppe Civati é quello di portare tutto questo in un posto, nello stesso posto. Eliminare i frazionamenti perdenti. Spostare via dall’emarginazione alcune di quelle idee, a cui tanto teniamo e che tanto da alcune frange sono erroneamente ormai snobbate, vituperate, bollate come retrograde. Riportarle “a casa”, per farle partecipare a una nuova sintesi che non può più rinunciare neanche a un’ottica “equamente” liberale.

Solo all’interno del Pd, e sopratutto al Congresso del Pd, in quanto atto che deve essere davvero “rifondativo”, le idee di Landini e Rodotà possono contare qualcosa in un’ottica di centrosinistra, in un’ottica di governo (perché, ancora, é solo finalmente governando che può davvero cambiare qualcosa).

Dividersi, distinguersi, testimoniare, ripararsi dietro sigle, simboli e buoni nomi non serve più a nulla, se mai a qualcosa é servito.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...