comment 0

“O si va a messa o si sta a casa”

“O si va a messa o si sta a casa.”

Grazie, Bersani. Capita, molto spesso, che l’ottusità del’autoconvinzione di essere nel giusto inattaccabile faccia danni irreversibili: quando non si vuole vedere, per puntiglio, per presunzione di purezza, anche col coltello dalla parte dal manico, cosa si sta combinando. Succede nelle famiglie, nel lavoro, a scuola. Oggi è successo in una consultazione per il governo di un paese.

La coerenza, accompagnata dalla cecità, diventa ottusità. La radicalità miope, lo dice la storia, ha portato sempre al male. A questo punto, io spero in un governo a 5 stelle. Mettiamo alla prova questa “credibilità” di cui si vanta una forza politica che non è in grado di presentare leggi. Chi vivrà (anzi.. chi SOPRAVVIVERA’), vedrà.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...