comment 0

​#LOTTOMARZO: QUANTI REAZIONARI

Mammamia quanti reazionari levano la maschera all’avvicinarsi di ogni sciopero o manifestazione o qualsiasi minimo segno di lotta. Prima di una cosa come #lottomarzo, poi, i Guardiani della Reazione scoprono la loro espressione più virulenta, e ce la mostrano con tutto loro stessi. 
Ed è bello vederli ammucchiarsi – questi teorizzatori di una miserevole guerra tra poveri come igiene di non si è ben capito quale mondo – soprattutto tra la sinistra che “non si arrende”, che “non ha tradito”, che “non è subalterna al neolibbberismo” eccetera eccetera eccetera. 

Codesti prendono ad esempio e come primo nemico della loro subalterna lotta a non si è ben capito cosa, le frange più estremiste e ridicole (che ci sono, ci sono) di ogni movimento per la liberazione, e le usano per descrivere quel movimento in toto. E combatterlo, perché loro sono per il ritorno al vecchio mondo, dove l’uomo fa l’uomo la donna fa la donna l’operaio fa l’operaio e il padrone fa il padrone ma non va combattuto troppo, eccetera eccetera eccetera. 

È bello vederli ammucchiarsi, questi plebeisti che trattano la gente come se fosse deficiente – e va detto che a volte ci riescono. È bello perché chiarisce molte cose, è bello anche se fa un po’ schifo.

E poi ci sono quelli, conservatori nascosti anche tra questi finti liberali posticci del “rinnovato centrosinistra* – così dicono – che fingono la solidarietà per le povere donne danneggiate dallo sciopero delle donne. Cioè, per le povere donne che non sono solidali con le donne. Questi non sono niente di nuovo, e neanche niente di curioso: si chiamano semplicemente krumiri.    

Annunci
Archiviato in:Uncategorized

About the Author

Pubblicato da

A Southern italian transplanted in the first province of the ancient empire, Rome, and then in (one of) the capital(s) of the modern one, London. A bachelor in Political Science and International Relations, a Master of Arts in Political Communication at City University London (still to complete). An endless passion for politics, with a predilection for electioneering and communication. Fire in the eyes for Public Relations and a more just and transparent Lobbying. Social media geek, with a great interest in the development of the World Wide Web, and an harshly critical look over media and information issues (mediabias.it). Curiosity, always and for anything. Politically, a leftist progressive. One motto in the head, since the very childhood: "Leave the world a little better than you found it".

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...